I misteri degli antichi planisferi – Mappe della “civiltà perduta”?

Da oltre 50 anni l’archeologia sperimentale ha dimostrato che le antiche imbarcazioni erano in grado di tenere il mare grosso e seguire le correnti oceaniche. Navigatori, ricercatori, storici e archeologi sono diventati possibilisti e molti si spingono ad attribuire le più antiche traversate addirittura all’uomo preistorico. Stelle e carte per navigare nell’infinito mare L’arte della…

Continua ...

L’inabissamento dell’isola Atlantide e dell’Atene baltica

Il mito di Atlantide è prima di tutto la cronaca di un evento bellico, che ha visto coinvolti i guerrieri provenienti dall’isola contro quelli dell’Atene baltica, la primordiale patria dei Greci, con ipotesi di localizzazione, da parte di Felice Vinci, nell’area dell’attuale città svedese di Karlskrona. Successivamente a questo tentativo d’invasione e occupazione, respinto vittoriosamente…

Continua ...

Le Historie di… una Terra dimenticata

Chi era Fernando Colombo? Uomo colto e poliedrico e il suo sogno di una Biblioteca Universale Fernando Colombo, figlio naturale di Cristoforo Colombo, fu sempre amatissimo dal padre, lo portò spesso con sé e nel testamento Cristoforo lasciò larghissime disposizioni in suo favore. Uomo poliedrico, fin dalla giovane età si distinse per l’innato interesse per…

Continua ...

Polinesia: stelle, carte nautiche, seamarkers e landmarkers per navigare nell’infinito mare

L’intero stile di navigazione polinesiana contraddice la supposizione che prima dell’invenzione della bussola fossero intrapresi solo viaggi di cabotaggio, cioè seguendo rotte marittime a vista delle coste. Gli antichi capi Polinesiani si tramandavano questa arte segreta fatta di bastoncini e canne legate tra loro, che via via venivano aggiornate nelle esplorazioni successive. Attraverso queste speciali…

Continua ...

Il telo sindonico di Torino

La Sindone di Torino ha almeno 600 anni (secondo alcuni molti di più) ed ha subìto mol­tissimi spostamenti, incurie varie oltre a due incendi. È quindi assolutamente comprensibile che le misure del telo siano difficili da stabilire con assoluta certezza. Non potendo verificare di persona, mi fido delle misure prese dal CI­CAP ([1]). Le misure sono:…

Continua ...

La mappa di Bowen e il Kangia fjord

La carta geografica comprendente la parte meridionale della Groenlandia (la mappa completa riporta anche le isole Fær Øer e l’Islanda) fu realizzata dal cartografo ed incisore inglese Emanuel Bowen nel 1747, sulla base dei resoconti delle esplorazioni effettuate da Hans Egede (1686-1758), missionario norvegese soprannominato l’apostolo della Groenlandia. Questa mappa, oltre a mostrare il canale…

Continua ...